È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 settembre il D.Lgs. 10/08/2018 n°101 che ha recepito il Regolamento UE 2016/679 e le novità in materia di privacy stabilite dal GDPR (General Data Protection Regulation).

Una delle novità introdotte dal decreto riguarda il titolare del trattamento, il quale sarà obbligato, nei casi di ricezione di curricula finalizzati all’assunzione, a fornire tutte le informazioni circa le finalità del trattamento dei dati nonché le informazioni previste dall’art. 13 del GDPR.

Le disposizioni di adeguamento contenute nel decreto attuativo dettano nuove regole anche sulle sanzioni previste dal GDPR.

Le imprese rischiano sanzioni amministrative da 10 a 20 milioni di euro, o dal 2% al 4% del fatturato mondiale annuo, in relazione alle violazioni degli obblighi chiariti dal decreto di adeguamento.

In caso di trattamento illecito dei dati, sarà prevista la reclusione da sei mesi a un anno e sei mesi. In caso di trasferimento dei dati personali verso un paese terzo o un’organizzazione internazionale la pena è aumentata da uno a tre anni. Comunque, spetterà all’Autority sulla privacy promuovere modalità semplificate sugli obblighi del titolare del trattamento dopo la entrata in vigore del decreto.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *