Pubblicazione dati DIRIGENTI PA: necessario un bilanciamento

La Corte costituzionale ha dichiarato illegittima la disposizione che estendeva a tutti i dirigenti pubblici gli stessi obblighi di pubblicazione previsti per i titolari di incarichi politici, in particolare riguardo i compensi percepiti per lo svolgimento dell’incarico e i dati patrimoniali ricavabili dalla dichiarazione dei redditi e da apposite attestazioni sui diritti reali sui beni immobili e mobili iscritti in pubblici registri, sulle azioni di società e sulle quote di partecipazione a società. Ciò che viene rilevato dalla Corte è la mancanza di un ragionevole bilanciamento tra due diritti: quello alla riservatezza dei…Read more

Privacy e Trasparenza: chiarimenti ANAC

In merito alla compatibilità della nuova disciplina introdotta dal Regolamento (UE) 2016/679 e dal d.lgs. 101/2018, con gli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. 33/2013, l’ANAC ha chiarito che “l’attività di pubblicazione dei dati sui siti web per finalità di trasparenza, anche se effettuata in presenza di idoneo presupposto normativo, deve avvenire nel rispetto di tutti i principi applicabili al trattamento dei dati personali contenuti all’art. 5 del Regolamento (UE) 2016/679. In particolare assumono rilievo i principi di adeguatezza, pertinenza e limitazione a quanto necessario rispetto alle finalità per le quali i dati personali…Read more

GDPR: cambiano le caratteristiche del reclamo ed anche i tempi del procedimento si allungano

Come previsto dall’art. 141, D.Lgs. n. 196 del 2003 modificato dall’art. 13, D.Lgs. n. 101 del 2018 l’interessato può rivolgersi al Garante con un nuovo mezzo di tutela in via amministrativa, ossia, il reclamo previsto dall’art. 77 del Regolamento. Il reclamo viene quindi individuato come un’unica forma di tutela amministrativa dell’interessato dinanzi al Garante quale autorità di controllo, in linea con quanto previsto dall’art. 77 del Regolamento europeo.Read more

Attività ispettiva del Garante: Luglio – Dicembre 2018

Per il periodo Luglio – Dicembre 2018 l’attività ispettiva del Garante Privacy, con l’eventuale ausilio della Guardia di Finanza, verterà principalmente: a) ad accertamenti in riferimento a profili di interesse generale per categorie di interessati; b) a controlli nei confronti di soggetti, pubblici o privati, appartenenti a categorie omogenee sui presupposti di liceità del trattamento e alle condizioni per il consenso qualora il trattamento sia basato su tale presupposto, sul rispetto dell’obbligo di informativa nonché sulla durata della conservazione dei dati. Ciò, prestando anche specifica attenzione a profili sostanziali del trattamento che spiegano significativi effetti…Read more

DPO: metà P.A. non risulta scoperta

Risultano essere solo 17.000 i DPO nella Pubblica Amministrazione,  ovvero gli iscritti al registro del responsabile della protezione dei dati (Dpo), tramite la procedura di comunicazione telematica istituita dal Garante Privacy. Tale cifra è ben al di sotto di quanto previsto (circa 40.ooo comunicazioni), quindi sarebbero ancora senza data protection officer più della metà degli uffici pubblici.Read more

No all’affissione a scuola di dati sanitari del minore

Il Ministero dell’Istruzione è obbligato a risarcire, per danni non patrimoniali, la famiglia per l’affissione di dati sanitari del minore. Nel caso specifico, l’affissione di dati personali del minore, per l’ammissione a un privilegio scolastico legato allo stato di salute del minore, danneggia anche della privacy dei familiari. È quanto affermato dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 16186/2018.Read more

Guida all´applicazione del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali

(La presente Guida è soggetta a integrazioni e modifiche alla luce dell´evoluzione della riflessione a livello nazionale ed europeo) La Guida intende offrire un panorama delle principali problematiche che imprese e soggetti pubblici dovranno tenere presenti in vista della piena applicazione del regolamento, prevista il 25 maggio 2018. Attraverso raccomandazioni specifiche vengono suggerite alcune azioni che possono essere intraprese sin d´ora perché fondate su disposizioni precise del regolamento che non lasciano spazi a interventi del legislatore nazionale (come invece avviene per altre norme del regolamento, in particolare quelle che disciplinano i trattamenti per…Read more

Decreto legislativo 18 maggio 2018 n. 15 in attuazione della direttiva (UE) 2016/680

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 maggio 2018 il Decreto legislativo 18 maggio 2018 n. 15, “Attuazione della direttiva (UE) 2016/680 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativa alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti a fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la decisione quadro 2008/977/GAI del Consiglio.” Il decreto regolamenta il trattamento dei dati personali per finalità di prevenzione…Read more

Attuazione della direttiva (UE) 2016/680

Decreto legislativo 18 maggio 2018 n. 15 in attuazione della direttiva (UE) 2016/680 E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 maggio 2018 il Decreto legislativo 18 maggio 2018 n. 15, “Attuazione della direttiva (UE) 2016/680 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativa alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti a fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la decisione quadro 2008/977/GAI del…Read more