Modello Descrizione Istruzioni
  DaD – COVID19 – Istruzioni operative Questa informativa deve essere utilizzata da tutte le scuole che attuano la Didattica a Distanza
E’ necessaria la personalizzazione del modello firma e protocollazione.
Per la diffusione si utilizzerà, come al solito, il sito web sezione privacy, la diffusione mediante registro elettronico. E’ bene vista l’emengenza in atto diffonderla anche attraverso la home page del sito web della scuola e quella delle piattaforme di DaD, Classi Virtuali, e Videoconferenze se possibile. 
Raccolta delle informative delle Piattaforme
Questo documento è in costante aggiornamento, anche in funzione delle piattaforme segnalate dalle singole scuole per cui siamo DPO
L’informativa INF10-DaD-COVID-10, richiama le informative dei produttori/distributori delle piattaforme di Didattica a Distanza, Classi virtuali, e Videoconferenza che vanno pubblicate con le stesse modalità
In questo documento vanno inseriti tutti i link alle privacy policy dei fornitori/distributori di piattaforme ed applicazioni utilizzate e deve essere aggiornato e riportare sempre tutte le piattaforme/applicazioni utilizzate. 
La scuola dovrà, prima della pubblicazione, DEVE RIMUOVERE LE PIATTAFORME NON UTILIZZATE ed eventualmente inserirne (o chiedere al nostro staff) di nuove.
La diffusione avviene a mezzo sito web, sezione privacy, dove vanno pubblicate
Modello di Richiesta Autorizzazione Piattaforme DaD – COVID-19 Questo modello, che sostituisce il modello C-COVID-19, è una richiesta di autorizzazione alle famiglie riguardo l’uso/creazione di particolari strumenti come l’e-mail,  la registrazione dei video, invio di dati a terzi privati.
L’autorizzazione tutela parzialmente l’istituzione scolastica sia dal punto di vista privacy GDPR, sia dal punto di vista civile ed è comunque utile alle famiglie in quanto sono sensibilizzata e richiamate ad un maggior controllo.
Non è una garanzia totale in quanto nessuna piattaforma di quelle tipicamente utilizzate, per vari motivi, è pienamente conforme a GDPR, ma risponde alla logica del “paracadute” ampiamente rappresentato nell’attività formativa del 27 marzo.
E’ NECESSARIO PERSONALIZZARE IL MODELLO CANCELLANDO LE PIATTAFORME NON UTILIZZATE ED INSERENDO EVENTUALI ALTRE PIATTAFORME. Il modello è in formato PDF compilabile (prima dalla scuola, poi dalla famiglia)
Si consiglia di distribuire via sito web e via Registro Elettronico.
Data l’emergenza abbiamo previsto modalità semplificate per l’invio dell’autorizzazione da parte delle famiglie. E’ possibile infatti compilare il modulo, senza apposizione di firma autografa, con la sola indicazione dei nomi e cognomi ed inviarla tramite l’indirizzo mail fornito in sede di iscrizione. La validità dell’autorizzazione così ricevuta è quasi equivalente a quella di una firma elettronica semplice in quanto era stata censita preventivamente la mail collegadola alla persona fisica. In caso di invio da casella non censita è necessario allegare anche il documento di identità del genitori/tutori.
Le scuole che hanno altri mezzi a disposizione basati su autenticazione, tipo registro elettronico, con capacità di comunicazione bidirezionale, possono utilizzarli.
Informativa e istruzioni smart working personale ATA Per l’emergenza è auspicato, ove possibile, attivare il lavoro agile o smart working. In tal caso è bene precisare che al Personale va rilasciata idonea informativa prescritte regole aggiuntive a cui attenersi per il rispetto del GDPR 679/2016 con metodi e strumenti di lavoro diversi. Dette prescrizioni vanno fattesottoscrivere al lavoratore.
Istruzioni integrative Docenti e tutor per la Didattica a Distanza
Regolamento – Vademecum per la Didattica a Distanza   Insieme di istruzioni operative con lo scopo di regolamentare i comportamenti da tenere nell’uso degli strumenti per la didattica a distanza. Queste istruzioni possono essere divulgate tramite circolare e la forma di vademecum o istruzioni oppure discusso ed approvato in Consiglio per attribuire forza e valore di Regolamento. E’ uno strumento importante per limitare le violazioni alla privacy dovute a comportamenti ed errori umani.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *